Maria Luisa Pozzi - MioDottore.it

Informativa

Lentiggini solari: eliminare gli inestetismi cutanei

lentiggini

Lentiggini solari: eliminare gli inestetismi cutanei

Cosa sono le lentiggini?

A tutti sarà capitato di notare delle piccole macchie sulla propria pelle o su quella di altri, si tratta delle lentiggini, piccoli puntini che si formano sul nostro corpo.

Bisogna subito puntualizzare che la presenza di lentiggini non è classificabile come una malattia della pelle, si tratta una caratteristica che hanno determinate persone e che non è molto diversa dal colore dei capelli o da quello degli occhi. Sono classificate come un disturbo cutaneo di tipo benigno.

Le lentiggini tendono a comparire principalmente nelle persone con carnagione chiara e capelli tendenti al rosso o anche biondi.

Un’altra cosa importante è che le lentiggini non compaiono alla nascita, di solito impiegano 2 o 3 anni per manifestarsi.

Cosa causa la comparsa di lentiggini?

Quando l’età tende ad avanzare, si attenuano sempre di più, anche se si tratta di una situazione soggettiva, che dipende molto da fattori ereditari.

La loro formazione può essere ricondotta alla melanina, ovvero una sostanza che viene prodotta dal nostro corpo. In molte persone infatti, si presenta attraverso macchioline, invece di stendersi uniformemente sotto la pelle.

Ci sono poi alcuni fattori che si differenziano da persona a persona, come l’estensione e le dimensioni delle lentiggini. Ad alcuni soggetti possono comparire su tutto il corpo, ad altri invece solo sul viso.

Di solito si presentano con più frequenza in parti del corpo maggiormente esposte al sole, quindi sul naso, fronte, braccia, torace e spalle. Il loro colore rosso diviene più intenso in estate, quando ci si espone alle radiazioni solari; tende invece ad attenuarsi durante i periodi più freddi, come l’inverno.

Una domanda che molti si pongono, è se le lentiggini possono essere eliminate. La risposta è si, potrai rimuoverle rivolgendoti a un professionista esperto, un dermatologo, che ti proporrà il trattamento migliore per la tua salute.

Tra le motivazioni che possono spingere una persona a eliminarle, c’è sicuramente l’aspetto estetico. Quindi se non ti piacciono, sappi che potrai decidere di rimuoverle sia parzialmente che totalmente.

Rimedi invasivi e non invasivi

La prima tipologia di trattamenti prevede l’applicazione di cosmetici esfolianti a base di salicilico o acido glicolico. Potrai inoltre applicare creme con acido retinico che aiutano ad eliminare la melanina in eccesso.

Tra i rimedi più invasivi, rientrano: il peeling, che prevede l’utilizzo di acido glicolico necessario per rimuovere le macchie; la crioterapia, che ti consentirà di rimuoverle applicando dell’azoto liquido sulla macchia, che brucerà la parte interessata, formando delle piccolissime cicatrici temporanee. Infine c’è il laser q-switch, particolare tecnologia che ha come obiettivo quello di distruggere la melanina in eccesso. E’ sicuramente il trattamento più efficace, non lascia cicatrici e macchie e fa apparire la pelle come nuova.

Il laser, come già accennato è una tecnica molto avanzata, tra le più moderne per trattare le macchie. Il laser q-switch è in grado di emettere impulsi inferiori a un millisecondo e colpendo il melanoma, ossia l’organulo cellulare che contiene la melanina, permette di rimuovere le lentiggini senza provocare danni alla pelle.

Oltre a questo importante vantaggio, è che si adatta bene a diverse tipologie di macchie, garantendo ottimi risultati grazie alla possibilità di utilizzare una lunghezza d’onda di 532 o 1064 nm. Ora vediamo nei dettagli la procedura. Prima di tutto, se vorrai decidere di optare per questo trattamento, dovrai disinfettare la zona interessata; successivamente lo specialista indirizzerà la luce del laser nell’area in cui si trova la macchia.

Potrai avvertire una sensazione fastidiosa, un calore pungente, che può essere attenuata con l’apllicazione di una crema anestetica prima della seduta.

Al termine della seduta non ti resterà che applicare, sotto prescrizione medica, una pomata antibiotica per qualche giorno. Potrai notare delle crosticine, ma non sarà un problema, in quanto cadranno spontaneamente.

Il periodo di convalescenza dipende molto dall’intesità del trattamento (se ad esempio si estende per tutto o il corpo, o solo in poche zone) e dalla sensazioni avvertite dalla persona.

Una cosa al quale dovrai prestare attenzione è quella di non esporti a raggi solari.
La scelta della migliore terapia sarà indicata dallo specialista, che valutando la conformazione delle macchie, sarà in grado di definire il trattamento migliore per la tua pelle.

Le lentiggini hanno prettamente carattere ereditario e non è possibile prevenire la loro formazione. Tuttavia si può limitare la loro proliferazione con delle giuste protezioni, come polveri foto riflettenti o creme solari, da spalmare nelle zone più esposte all’azione dei raggi ultravioletti. La protezione è quindi un aspetto molto importante che consente di limitare la formazione delle lentiggini.

 

Condividi questo post