Maria Luisa Pozzi - MioDottore.it

Informativa

Teleangectasie del volto: come trattarle?

Teleangectasie del volto: come trattarle?

Quando parliamo di teleangectasie ci riferiamo a un disturbo degenerativo della pelle non troppo diffuso e non eccessivamente pericoloso. È, però, un disturbo antiestetico quando si presente su parti della pelle visibili come, ad esempio, il viso.

Vediamo, quindi, di cosa si tratta, le cause e i possibili trattamenti legati a questa problematica.

Le principali caratteristiche delle teleangectasie del viso

Le teleangectasie sono delle dilatazioni sottocutanee che colpiscono piccoli vasi capillari causando, così, delle striature diramate che si possono estendere anche ampiamente.

Le cause che determinano la loro comparsa sono varie come, ad esempio, lo stress, le conseguenze di una gravidanza e l’età avanzata. Quindi, si tratta di una degenerazione naturale della pelle che non ha gravità elevata dal punto di vista patologico ma che determina, sicuramente, un importante limite estetico.

Le teleangectasie del viso colpiscono sia gli uomini che le donne. Alcune ricerche, però, hanno dimostrato che per motivi ormonali le donne sono maggiormente soggette a questa degenerazione delle piccole vene e dei capillari presenti sul viso.

Inoltre, anche le persone più giovani possono esserne colpite, anche se in una percentuale minore. Il diametro, in questo caso, è inferiore rispetto alle teleangectasie del viso che colpiscono persone in fasce di età maggiori.

Nei giovani, quindi, il diametro della degenerazione capillare rientra in pochi millimetri, solitamente tra i due e i tre, mentre nei pazienti più anziani la superficie di estensione è decisamente maggiore.

Il problema maggiore è che questa tipologia di problematica non si risolve in modo naturale. Infatti, le teleangectasie del viso si estendono e si diffondono sempre più aumentando la loro presenza sulla pelle.

Proprio per questo motivo, se presenti questa problematica ti consigliamo di intervenire tempestivamente così da fermare la diffusione che potrebbero determinare degli anti-estetismi molto importanti.

Come fare a riconoscere le teleangectasie del viso

Se noti sul tuo viso delle anomalie che possono manifestare sintomi assimilabili alla couperose (ovvero un arrossamento delle prime fasi di generazione dei capillari), osserva la forma, la dimensione e le specifiche caratteristiche della problematica.

Le teleangectasie del viso hanno una particolarità: non presentano un decorso standard. Ci sono, però, dei segnali precisi che consentono di riconoscerle anche se ti consigliamo sempre di affidarti alla consulenza di un dermatologo esperto per una diagnosi accurata.

Per quanto riguarda le caratteristiche iniziali, le teleangectasie del viso inizialmente possono presentarsi come reticolari, lineari, con la forma di piccoli ciuffi che possono farle somigliare a i cosiddetti “angiomi spider” senza il consulto di un dermatologo.

Si tratta, quindi, di un tipo di disturbo non semplice da identificare. Infatti, nell’ambito dermatologico i sintomi sono molte volte simili e soltanto la visita presso uno specialista può darti la certezza della della loro natura attraverso esami istologici.

A differenza degli angiomi e della già citata couperose le teleangectasie del viso possono presentare dei rilievi. Se noti, quindi, sul tuo viso questo specifico sintomo potrai essere quasi certo di trovarti in una fase iniziale che non andrà a scomparire se non intervieni, tempestivamente, tramite intervento di chirurgia estetica.

In generale, però, le teleangectasie del viso non presentano dei sintomi patologici importanti.

La casistica ci dice che possono presentarsi dei pruriti leggeri sull’aera colpita. In alcuni casi rari, invece, potrebbero essere colpiti degli organi interni.

Quando ciò avviene, naturalmente, occorre intervenire tramite l’ausilio di medici specialisti che consentono di limitare delle situazioni molto debilitanti nel caso si venga colpiti in questo modo.

Il principale trattamenti di chirurgia estetica per le teleangectasie del viso

Il settore della chirurgia estetica ha ormai raggiunto dei livelli molto elevati e sicuri. Infatti, vengono utilizzate tecnologie innovative che permettono di ottenere risultati molto precisi ed efficaci.

Un esempio è l’utilizzo della laser terapia, una soluzione molto comune e presente in tanti ambulatori specializzati. Il trattamento tramite questa tecnica consente di ottenere risultati molto efficaci in poco tempo.

La terapia al laser consente di effettuare trattamenti che colpiscono le principali degenerazioni relative a questo preciso disturbo. Grazie a questo tipo di intervento, quindi, è possibile curare questo inestetismo della pelle e anche un eventuale presenza simultanea della couperose.

Questo intervento laser sfrutta delle pulsazioni termiche e ha un’azione molto mirata e selettiva che consente di ottenere il riassorbimento dei capillari degenerati. Questo avviene tramite lo stimolo della pelle generato dal calore localizzato nei punti specifici da colpire.

Nel nostro Paese esistono diversi centri che consentono di curare questa particolare patologia. In questa tipologia di centro si ottengono sempre risultati molto efficaci tramite l’utilizzo della tecnologia laser. I pazienti hanno confermato, infatti, l’efficacia di questo intervento che risolve la problematica anche dopo che il paziente effettua poche sedute.

Condividi questo post