Maria Luisa Pozzi - MioDottore.it

Informativa

L’Utilizzo del laser per trattamenti dermatologici

laser

L’Utilizzo del laser per trattamenti dermatologici

Il laser è uno strumento utilizzato dalla medicina terapeutica ed estetica per sfruttare gli effetti positivi e benefici dell’energia.

L’obiettivo di questo trattamento è quello di generare una reazione biochimica nella zona della membrana cellulare, che può essere più o meno vasta, in relazione al tipo di laser.

Si tratta, dunque, di una soluzione pratica, indolore e senza controindicazioni per la risoluzione di diversi inestetismi che spesso diventano un vero e proprio limite nella vita quotidiana.

Si parte dai segni dell’acne all’attenuazione di cicatrici iperpigmentate, dalle macchie della pelle ai trattamenti di schiarimento di tatuaggi.

Rughe, problemi di flaccidità, pelle danneggiata dal sole e tutti quei piccoli o grandi difetti della pelle che ti causano disagio.

Finalmente la tecnologia in combinazione con le scoperte in campo dermatologico, è riuscita ad elaborare un trattamento efficace e risolutivo.

L’efficacia del trattamento laser

Il laser, infatti, è una fonte di energia elettrica prodotta sotto forma di onda luminosa. Grazie a questo trattamento l’energia si amplifica e viene dirottata su un’area del corpo, ad un’intensità molto elevata.

Si tratta di un grande alleato della branca dermatologica perché riesce a trattare problemi anche molto gravi in modo efficace già dopo le prime applicazioni, riducendo inestetismi e infiammazioni localizzate. Grazie ai continui aggiornamenti tecnologici, inoltre, questo strumento viene utilizzato sempre più a larga scala, ottenendo risposte positive e sicure in modo non invasivo.

In generale il laser viene utilizzato per il trattamento di problemi come l’acne, le varici, i capillari, l’alopecia, le cicatrici, il fotoinvecchiamento e le smagliature.

Ma anche per il trattamento di macchie sulla pelle, la psoriasi, la rimozione dei tatuaggi, le verruche, i tumori della pelle, la rinofina e tante altre lesioni cutanee.

Si passa dai piccoli problemi alle patologie di maggiore gravità che richiedono trattamenti diversi, individuati di volta in volta da dermatologi specialisti come la dottoressa Pozzi, che da anni opera nel settore con ottimi risultati.

La dermatologia riconosce sostanzialmente due tipologie di terapie laser, a scansione e a contatto.

La terapia laser a scansione e a contatto: per quali disturbi viene utilizzato

Il laser a scansione è un dispositivo che emette un tipo di luce monocromatica applicabile su un’area del corpo abbastanza ampia. Il fascio prodotto è concentrato in un raggio rettilineo in grado di creare modificazioni fotobiologiche e fotochimiche sulle cellule dei tessuti.

I tipi di laser che possono essere utilizzati sono diversi ma quelli impiegati nella struttura della dottoressa Pozzi sono di ultima generazione.

Possono operare in modo singolo o con azione combinata, per dar vita ad una terapia adeguata che operi su diversi fronti, per sfruttare tutte le sorgenti.

Il laser, infatti, emette particelle denominate fotoni che interagiscono con i tessuti, producendo effetti fotochimici fortemente benefici per l’organismo come:

– la vasodilatazione, che si verifica con un aumento del calore locale che causa una stimolazione neuro vegetativa con effetti stimolanti per il tessuto cellulare, antiflogistici, eutrofici e antiedema, assicurando un nuovo vigore alle zone trattate;
– la stimolazione del metabolismo: per accrescere le richieste metaboliche delle cellule e assorbire più liquidi, con l’effetto di ridurre gli edemi e attivare un corretto ricambio cellulare, grande alleato della salute e del benessere;
– l’aumento del drenaggio linfatico: per favorire il circolo dei liquidi finalizzato al ringiovanimento cellulare.

In tutti e tre casi si tratta di reazioni cellulari che hanno un effetto antinfiammatorio, antalgico e biostimolante perfetto anche in caso di artrosi, neuriti, contratture, tenosinoviti, sciatalgie, lombalgie e svariate altre patologie. Da quanto detto si comprende che il laser è idoneo al trattamento di inestetismi della pelle ma anche per la cura di alcuni disturbi come i dolori articolari e muscolari.

Per qualsiasi dubbio è possibile rivolgersi alla dottoressa Pozzi che saprà fornirti spiegazioni chiare sul tipo di percorso da iniziare.

Come avviene il trattamento dermatologico con il laser

Il trattamento è assolutamente indolore, non è invasivo e non presenta rischi. Deve essere eseguito da un terapista che applica il fascio di luce sulla zona da trattare, sulla quale il paziente avverte una sensazione di calore.

Il numero di sedute varia in base alla gravità del problema, alla risposta del singolo soggetto e all’evoluzione clinica della terapia.

La differenza sostanziale tra il laser a scansione e quello a contatto è che il primo, rispetto al secondo, consente di trattare aree più vaste del corpo e dunque presuppone un tempo inferiore di applicazione.

Entrambi non presentano controindicazioni ma riguardano un tipo di trattamento sconsigliato ai portatori di pacemaker, in caso di gravidanza, epilessia o in presenza di eventuali neoplasie.

Presso lo studio della dottoressa Pozzi è possibile eseguire trattamenti con le migliori tecnologie, per interventi mirati ed efficaci finalizzati ad ottenere ottimi risultati su inestetismi cutanei di vario genere.

In una prima visita, la dermatologa analizzerà il tipo di inestetismo illustrando al paziente l’intervento più mirato da adottare e i risultati che è possibile ottenere dopo un determinato numero di sedute.

Serietà, professionalità e formazione continua, per la risoluzione di problematiche che riusciranno finalmente a cambiare la tua vita.

Condividi questo post