Informativa

Rimozione inestetismi cutanei

Rimozione inestetismi cutanei

Sentirsi bene con il tuo corpo e la tua immagine è fondamentale per migliorare la tua autostima e la sicurezza. Così facendo anche gli altri si accorgeranno del tuo benessere. Tuttavia possono essere presenti degli inestetismi cutanei che possono farti sentire fragile, vulnerabile e non a tuo agio in diverse situazioni. Fortunatamente al giorno d’oggi esistono diversi metodi per la rimozione degli inestetismi cutanei al fine di farti trovare la felicità.

Gli inestetismi cutanei, cosa sono?

Sono conosciuti e individuati come inestetismi cutanei gli angiomi, la couperose, i capillari a vista di gambe e viso, le macchie solari o lentiggini senili e anche le cicatrici e i tatuaggi non più desiderati.

Se tu dovessi soffrire di uno di questi inestetismi cutanei o trovarti con macchie solari, cicatrici e tatuaggi che limitano molto il tuo modo di vestire e abbigliarti, allora devi sapere che esiste la possibilità di rimuoverli.

Tuttavia, è bene ricordare di affidarsi sempre ad un esperto, come la dottoressa Marialuisa Pozzi, specializzata in dermatologia che effettua visite su appuntamento al fine di studiare ogni singolo caso e procedere eventualmente alla rimozione.

I metodi utilizzati per la rimozione degli inestetismi cutanei

Al giorno d’oggi la medicina ha avuto l’opportunità di evolversi e di affidarsi a strumentazione e macchinari sempre più all’avanguardia.

Proprio per tale motivo no ti devi stupire se sono presenti molti modi differenti per la rimozione degli inestetismi cutanei. In particolare, i metodi evidenziabili sono l’asportazione laser, l’asportazione chirurgica e la biopsia cutanea. Andando più nel dettaglio per quanto riguarda l’asportazione laser, questa è possibile effettuarla per tutti quegli inestetismi come nei, angiomi e cheratosi. L’asportazione laser dei nei si rende necessaria sia se l’inestetismo è posto in una zona del corpo non perfettamente tollerata dalla persona o quando il dermatologo, dopo una precedente mappatura dei nei, stabilisce che si rende necessaria l’asportazione.

Il trattamento non deve spaventare poiché risulta davvero rapido, non invasivo e indolore. Invece, parlando dell’asportazione laser degli angiomi, che sono dei tumori della pelle benigni spesso presenti nei bambini già dalla nascita, si può confermare che anche in questo caso la pratica è veloce.

Per quanto riguarda l’asportazione nei bambini, questa viene eseguita sotto consiglio del medico quando l’angioma è posto in una zona del corpo sfavorevole oppure è di dimensioni eccessive e non viene riassorbito. Si può confermare comunque che la laser terapia è un metodo altamente efficace per poter curare gli inestetismi della pelle e ha il vantaggio di non dover aggiungere medicazioni. Inoltre, i tempi di recupero da parte del paziente sono veloci e l’operazione si svolge ambulatorialmente.

La tecnologia laser prevede una terapia a contatto o una terapia a scansione a seconda dell’estensione della zona da trattare. Il meccanismo con cui agisce la laser terapia è molto semplice dal momento che eliminano l’inetetismo cutaneo grazie all’energia del raggio del laser.

Questa viene proiettata solo sulla zona da rimuovere lasciando intatti i tessuti circostanti. Infine, sempre utilizzando il laser si riesce a rimuovere anche le cheratosi.

Diverso è il discorso dell’asportazione laser chirurgica che si rende necessaria sia per i nei e sia per le macchie solari, le cicatrici, i tatuaggi, gli angiomi, le couperose e i capillari a vista del viso e delle gambe. Questa viene sempre decisa insieme al paziente dopo la visita con la dottoressa e permette di rimuovere con il minimo dell’invasività gli inestetismi cutanei.

Tutti gli interventi utilizzano metodologie e strumenti innovativi e all’avanguardia. Questa metodologia si preferisce ad esempio nel caso in cui si manifestasse un tumore della pelle che è quindi necessario rimuovere efficacemente. Infine la biopsia cutanea è un metodo che prevede l’asportazione di un’area minima di pelle con anestesia locale, utile per effettuare su di essa un esame istologico. Questo premette di avere una diagnosi sicura della lesione presa in esame. In questo caso l’intero inestetismo cutaneo o solo una parte viene prelevato esclusivamente dal dermatologo.

Come succede dopo la rimozione degli inestetismo cutanei?

Se il tuo caso necessita di una laser terapia allora puoi essere tranquillo che la seduta e l’operazione si svolge in maniera molto rapida e indolore.

In caso di nei, angiomi e cheratosi rimossi con il laser viene eseguita una breve anestesia locale sulla zona interessata e dopodiché si procede con il laser che non è assolutamente invasivo. Proprio per tale motivo la guarigione avviene nel corso dei giorni successivi e non si sente alcun dolore una volta che l’effetto dell’anestesia locale è terminata.

Ovviamente devi però applicare una crema consigliata dalla dottoressa al fine di proteggere la cicatrice temporanea lasciata dal laser.

Il discorso è differente nel caso in cui la dermatologa opta per il metodo della chirurgia. Anche questa operazione necessita dell’anestesia locale. Tuttavia è bene essere tranquilli sul fatto che la porzione da rimuovere è solitamente molto limitata e non estesa. Questo fatto significa che la pratica risulta veloce e indolore. Essendo però un’operazione chirurgica è necessario adoperare i punti di sutura che verranno rimossi dopo poco tempo. Per questo motivo è importante adoperare nel periodo post operatorio una crema apposita che curi la cicatrice.

Condividi questo post